Snapchat Stories vs Instagram Stories

INSTAGRAM STORIES.
Come usarlo per promuovere il tuo business

Abbiamo letto e trovato molto interessante questo articolo di Nathan Chan, così lo abbiamo tradotto per il nostro pubblico… Arricchendolo un po’ con le nostre opinioni e competenze! L’originale è qui.

Quando sei una grande azienda non devi sempre essere il primo. Non è sempre necessario essere innovativi. A volte serve solo guardare avanti quel tanto che basta per vedere dove sta andando il mercato e agire di conseguenza. A volte reagire, può anche voler dire rubare come nel caso recente in cui Instagram ha preso l’idea per la sua nuova funzione Stories direttamente da Snapchat.

«I buoni artisti copiano, i grandi artisti rubano». Pablo Picasso (e, più tardi, Steve Jobs)

Il co-fondatore di Instagram Kevin Systrom ammette apertamente che Instagram ha preso in prestito l’idea per Instagram Stories da Snapchat. Quando hai la dimensione di un’azienda di cui Facebook ha la proprietà, come Instagram, tendi a non far caso a questo tipo di comportamento e se i primi segnali sono credibili, questa ultima funzione di Instagram si sta dimostrando molto popolare.

Innovazione e licenza creativa a parte, come si può migliorare il proprio business postando con Instagram Stories e come può essere paragonata questa funzione con quella già disponibile su Snapchat?

Come postare su Instagram Stories

Postare Instagram Stories è molto semplice e prevede una procedura in larga parte coerente con la preesistente struttura di Instagram, in modo che persone di tutte le età possano farlo divertendosi.

Postare sul proprio account personale o di business funziona così.

Prima cliccate sulla homepage della vostra app di Instagram. Diversamente da quanto accade con le normali foto, le Stories possono essere postate solo dalla schermata di apertura. Rispetto a qualche giorno fa noterete subito una differenza: oltre alla prima foto, comparirà una fascia orizzontale con la vostra foto profilo e la scritta La tua Storia, c’è anche un segno  “+” vicino al cerchio, di seguito vedrete tre foto profilo di account che seguite. Se hanno un cerchio colorato intorno vuol dire che hanno una nuova storia. Scorrendo troverete altre foto profilo con altre storie. Se non hanno il cerchio colorato vuol dire che avete già visto le loro storie. Per creare le vostre Instagram Stories dimenticate la familiare icona della fotocamera in fondo allo schermo. Avete due modi per farlo: cliccare sul “+” in alto a sinistra della stessa schermata o scorrere lo schermo da sinistra verso destra. Se scorrete da destra verso sinistra invece si aprono i messaggi diretti.

A questo punto ecco la fotocamera. Potete decidere se fare un video di dieci secondi, scattare una foto, importare dal rullino una foto già scattata o un video già registrato, purché siano stati realizzati nelle ultime 24 ore. Scattate la foto, cliccando sul tasto/cerchio bianco della fotocamera in fondo allo schermo, oppure, trattenendo il dito sul pulsante, registrate un video. Potete capovolgere la fotocamera cliccando sull’icona a destra del pulsante e potete usare il flash con l’icona a sinistra. Se volete pubblicare una foto o un video realizzati in precedenza trascinate dall’alto in basso lo schermo e vi apparirà il rullino con i vostri ultimi contenuti. Appena avrete selezionato la foto o il video, noterete che l’interfaccia utente si modificherà includendo ulteriori opzioni. Scorrete lo schermo da destra verso sinistra o viceversa per applicare i filtri. Al momento non sono molti e non sono ricchi come quelli di Snapchat, ma sicuramente saranno implementati (Facebook ha comprato MSQRD).

Potete anche aggiungere testo e disegni. Cliccando sulla “Aa” in alto a destra, o facendo doppio tap sullo schermo, scrivete e usate gli emoticon. Il testo potete spostarlo, ruotarlo e ingrandirlo a piacimento usando le dita. Cliccate sulla matita e avrete la possibilità di scegliere tra tre tipi di pennarello, in basso i colori. Scorrete i colori per trovarne degli altri. I colori andranno sempre sotto al testo. In caso di foto chiare (o con parti bianche) i colori servono a creare una base su cui poggiare il testo bianco. Nella barra dei colori il primo pallino si usa per ingrandire o meno il pennarello scelto. Prima di pubblicare, potete decidere se annullare la storia e quindi non pubblicarla o salvarla. Per annullare, cliccate su annulla (in alto a sinistra), per salvare sulla freccia che punta in basso (che si trova in basso a sinistra).

Modificate la vostra immagine come preferite! Scatenate la fantasia…
In basso a destra, potete salvare l’immagine o il video nella galleria fotografica del vostro telefono. Per pubblicare la storia cliccate sul cerchio, per metà tratteggiato e con il “+” al centro, che si trova a destra del salva.

Infine, in basso a destra, noterete un segno di spunta. Cliccatelo per inviare il post ai contatti, una volta che sarete soddisfatti del vostro capolavoro.

Decidete voi se applicare delle restrizioni o meno, ma fondamentalmente la storia è pubblica e possono vederla tutti, anche chi non vi segue. Ovviamente se avete un profilo pubblico, se avete un profilo privato valgono le regole del profilo privato.
Appena pubblicata una storia, cliccando sull’icona del proprio profilo nella schermata principale (home) o in quella del profilo personale ritrovate ciò che avete pubblicato. Sulla storia vedrete tre pallini, in basso a destra, cliccate qui per: eliminare la storia, salvarla nel rullino, condividerla come post su Instagram o, appunto, impostare delle limitazioni. Dalla schermata “Impostazioni delle Storie” avrete la possibilità di nascondere la storia a singoli utenti e decidere se permettere i commenti (risposte ai messaggi) a tutti, alle persone che seguite o a nessuno. Queste impostazioni valgono per tutte le storie. Potete anche impostare prima le restrizioni andando sul vostro profilo, cliccando sui tre puntini in alto a destra e poi su “Impostazione delle Storie”.

In cosa differiscono Instagram Stories e Snapchat

È importante capire che anche se Instagram Stories è stato direttamente ispirato da Snapchat Stories, le due opzioni non sono perfettamente identiche. Ci sono delle differenze. Diamo un’occhiata veloce a ciò che distingue Instagram Stories da Snapchat Stories.

Permanenza

Snapchat rimane assolutamente temporaneo. Ogni volta che postate una storia su Snapchat essa scomparirà dopo 24 ore (se l’utente non la cancella prima). Questo è derivato dalla iniziale struttura di Snapchat, che intendeva spedire “scatti” (direttamente agli utenti) i quali si sarebbero “autodistrutti” immediatamente dopo la visione.

Instagram è un po’ diverso. Sebbene anche Instagram Stories sia programmato per far sparire automaticamente le storie dopo 24 ore, potete sempre utilizzare il vostro profilo per raccontare permanentemente una storia. Diversamente da Snapchat il profilo di Instagram ospita le vostre  foto e i video per sempre – a meno che non scegliate di cancellarli – e Instagram permette anche di salvare la propria Storia nella galleria della fotocamera per poi postarla permanentemente nel proprio profilo principale.

Snapchat ha recentemente incorporato la funzione Memories che permette di ripostare scatti salvati nella propria storia o di spedirli direttamente agli amici. Potete anche salvare Memories per la vostra personale lettura. Comunque, mentre le Memories rimangono visibili solo ai vostri occhi anche in futuro, spariscono in 24 ore dopo essere state inviate a un amico o aggiunte alla vostra storia.

Nonostante l’aggiunta delle Memories, Snapchat continua a mancare della permanenza che invece Instagram permette.

Ciao, mondo

Non è solo una questione di permanenza. Le Instagram Stories sono pubbliche (se l’account in questione non è specificamente privato) e offrono al vostro brand l’opportunità di raggiungere più consumatori.

Le Snapchat Stories sono per natura un affare privato. Le vostre storie possono essere viste solo da persone che seguono il vostro account e viceversa. Per contrasto, le Instagram Stories sono pubbliche per impostazione predefinita, così come i post aggiunti al profilo principale del proprio account.

In breve, c’è molta più possibilità di esposizione con Instagram Stories che con Snapchat Stories.

Filtri

I filtri sono diventati una cosa enorme nella piattaforma Snapchat e lo stesso su Instagram che si diverte con la nuova opzione Stories. Comunque, ci sono delle considerevoli differenze nella disponibilità dei filtri tra i due servizi.

Snapchat include geofiltri, che sono geolocalizzati e aggiunte tematiche per le vostre foto e i vostri video. Le città hanno geofiltri specifici e così anche molte aziende ed eventi speciali. Inoltre, Snapchat offre sia filtri di movimento sia filtri adattabili al volto, che permettono agli utenti di fare gli stupidi con la tecnologia che scambia i volti e gli effetti di slow-motion, tra le tante opzioni.

Instagram si tiene più a freno quando si parla di filtri e, facendo un paragone, limita le opzioni. Invece di geofiltri e stupidaggini adattabili al volto, Instagram si focalizza solo sui filtri che modificano il contrasto e il colore dell’immagine.

Snapshots

Gli Snapshots sono un grande punto a sfavore su Snapchat. Ogni volta che un utente fa uno screenshot di uno scatto, l’utente che ha postato il contenuto viene subito avvisato tramite notifica.

Instagram Stories non offre una simile protezione della privacy, anche se l’esistenza di questa opzione sembrerebbe fuori luogo data la natura pubblica della piattaforma. Comunque è una distinzione degna di nota.

Portata

Instagram offre una grande chance di esposizione tramite le sue Stories, però aumenta anche la possibilità che i vostri contenuti aziendali vadano persi nel flusso.

Attualmente ci sono circa 500 milioni di utenti attivi al mese su Instagram, rispetto ai circa 100 milioni di Snapchat. Non esiste per ora un sistema che nasconda le Instagram Stories di uno specifico account né per aprire la possibilità che la scala di Instagram possa condurre ad alcune storie ignorate o del tutto dimenticate.

Con così tanti contenuti fluttuanti su Instagram, sia attraverso gli account principali che su Stories, le aziende dovranno adattarsi per determinare il miglior modo di veicolare i propri contenuti.

Certo, ci sarà la possibilità che il vostro contenuto sia visto da un ampio pubblico, tutti i followers che sarete riusciti a racimolare. Provate il crash-course su Come guadagnare più follower su Instagram.

Usare Stories per generare Contatti, Vendite e Traffico

Molti si stanno chiedendo lo scopo di Instagram Stories e se può davvero essere usato come uno strumento per sviluppare ulteriormente il proprio business o no. Abbiamo trovato alcune semplici tattiche che funzionano!

Breve durata

Una cosa che potete fare è trarre vantaggio dalle 24 ore di vita di ogni Story che postate. Potete essere creativi e offrire per un tempo limitato una spedizione gratuita o codici per dei coupon di sconto a chiunque veda quella storia. La potenza sta nel fatto che permette ai vostri fan di entrare in azione e rende l’interazione divertente e naturale.

Umanizzare il vostro brand

Poiché le Instagram Stories sono generalmente live e abbastanza spontanee, vi permetteranno di  sviluppare una relazione molto più profonda con il vostro pubblico.

Ricordate che le persone comprano da altre persone o da alcuni brand che conoscono, che a loro piacciono e dei quali si fidano e questa è una grande opportunità di mettere in vetrina le persone dietro l’azienda, dietro il sito o dietro la fanpage. È anche una grande opportunità per iniziare a postare alcuni dietro le quinte e dei contenuti unici che i fan non potrebbero vedere da nessun’altra parte. La parte migliore è che, anche quando starete testando il tipo di storie da postare, dureranno soltanto 24 ore!

CTA

Utilizzare il vostro Instagram Stories come un’ulteriore forma di attenzione può essere molto potente!

Pensare alle storie come a un altro modo per catturare l’attenzione dei vostri fan può essere un modo davvero efficace per aumentare il traffico!

Se non state utilizzando Instagram  Stories per far crescere la vostra azienda, siete davvero fuori strada. Provate i consigli che abbiamo condiviso con voi e fateci sapere qui se li trovate utili… Magari con una vostra Instagram Stories. Enjoy it!

Chiara Ciolfi

Chiara Ciolfi

Se la curiosità è femmina allora io sono “femminissima” perché questa è sempre stata la molla che mi ha spinto a chiedere, studiare, parlare con persone diversissime tra loro e mettere il naso in tanti campi differenti. Dopo una laurea in Storia dell’Arte e un Master in Comunicazione non dà segni di diminuire e allora le collaborazioni editoriali si moltiplicano per poter raccontare l’arte, la cultura, il cinema, le persone e le idee. In attesa che le giornate si allunghino a 48 ore lavoro con associazioni culturali come guida e promuovo workshop e progetti per la didattica dei beni culturali, continuando allo stesso tempo a occuparmi di eventi. Se il premio è un bel concerto o un’anteprima cinematografica, come tirarsi indietro?
Chiara Ciolfi

Comments are closed.