Giuliano Ambrosio aka Julius Design

GIULIANO AMBROSIO.
La storia di un Creative Strategist Italiano

Giuliano Ambrosio è un Creative Strategist dalla doppia identità: con il nome di JuliusDesign gestisce un blog (seguito da migliaia di utenti) che tratta temi come Social Media, Strategy, Design, Freelancing, incoraggiando una visione sul mondo aperta a tutto ciò che è nuovo e da sperimentare.

Quali abilità e competenze ti hanno aiutato a emergere nel campo del digital marketing?
Chi mi segue da molto tempo conosce il mio percorso professionale iniziato da autodidatta senza lauree o master a seguito. Le mie “abilità” e “competenze” le ho conquistate sul campo, sbagliando e imparando dai miei stessi errori. Come dico spesso “impara a sbagliare perché saranno le tue lezioni più importanti”.

Nel 2009 (quando decisi di intraprendere la carriera da freelance) avevo in mente cosa volevo fare, ma allo stesso tempo ero molto giovane e con poca esperienza nel gestire clienti, seguire tutte le attività, farsi pagare il giusto, fare new business, personal branding.
Giuliano Ambrosio aka Julius Design

Quindi ho iniziato a mostrare il mio talento e abilità sul campo, mettendoci la faccia, aprendo un blog, condividendo quello che sapevo fare e maturando nel tempo altre competenze. Mi hanno aiutato molto i forum e le community digitali nelle quali iniziavo come partecipante e molto spesso diventavo in pochi mesi uno dei moderatori che aiutava la community. Ogni giorno mi mettevo alla prova con domande e richieste di vari gruppi, dal mondo design alla comunicazione marketing, offrendo la mia consulenza e scoprendo cose nuove.
Grazie a questa maturazione digitale e professionale sono riuscito a mostrare cosa sapevo fare in modo molto concreto e immediato.

Quali fonti segui sul web per informarti o farti ispirare nuove idee per il tuo lavoro?
Le mie fonti preferite sono tutte fuori dall’Italia. Come sappiamo su diverse tematiche, in Italia, arriviamo sempre dopo, ma questo difetto io lo vedo come un vantaggio, in quanto se sai come tenerti aggiornato puoi essere un passo avanti agli altri, soprattutto nel nostro paese. Oggi giorno abbiamo accesso alla conoscenza su diversi temi, dobbiamo essere in grado noi di trovare le giuste fonti e poi saperle applicare o plasmare sulle nostre attività o progetti. Tra le fonti che suggerisco sicuramente troviamo nei primi posti magazine come Mashable, Techcrunch, The Next Web, ReadWrite e AdWeek.
Giuliano Ambrosio aka Julius Design

Il tuo blog personale Julius Design ti ha permesso di farti notare nel mondo della comunicazione digital. Parlando di social, da libero professionista, quali sono quelli che usi di più e consideri maggiormente utili per il tuo lavoro?
Quando ho iniziato a scrivere sul mio blog nel 2007, argomenti come imprenditoria, mondo freelance, comunicazione e marketing non erano molto trattati in Italia, c’era davvero poco. Per questo motivo ho cominciato anche in questo caso a guardar fuori dall’Italia e a seguire blog come ProBlogger, Smashingmagazine, SocialMediaExaminer. Ai tempi erano davvero pochi, oggi invece troviamo una valanga di blog su temi come Marketing, Social Media, Blogging. Da un lato è un bene perché ci sono più informazioni, dall’altra parte invece purtroppo è aumentata la “fuffa”, il plagio di articoli e la qualità si è abbassata notevolmente.

I Social Media sono risultati degli ottimi mezzi di amplificazione della propria reputazione. Se dovessi condividere la mia TOP3 consiglierei: 1 LinkedIn per mostrare le proprie skills in profilo con news, articoli e utilizzo attivo dei gruppi tematici, 2 Facebook sfruttando il profilo personale e i gruppi e 3 Twitter per rimanere aggiornati e aggiornare allo stesso tempo, in modo immediato e pertinente.

Hai scritto un articolo sulle 60 agenzie di comunicazione italiane da tenere d’occhio nel prossimo futuro, quali sono le caratteristiche che hanno in comune e che hanno attirato la tua attenzione?
Ogni Agenzia di comunicazione ha punti di forza differenti, alcuni possono essere simili ma poi la vera differenza la fanno le persone. Ho voluto creare una raccolta di agenzie creative digitali e di social media marketing italiane per dare modo a tutti di scoprire realtà, concept, approcci, progetti e metodologie.
La scelta è iniziata inserendo agenzie creative di cui conoscevo esistenza, in alcune avevo anche lavorato come consulente. Le successive mi sono state segnalate, ma ho cercato di tenere dentro quelle che ritengo davvero valide rispetto alla qualità dei progetti che vedo online.

Puoi farci una previsione su uno dei trend in crescita nel 2017 in ambito di comunicazione digital?
Predire il futuro è cosa da pochi, ancora di più se viene chiesto in ambito Digitale, mondo in continua trasformazione in una velocità sempre più in aumento. Quello che stiamo vedendo tutti è il ritorno della comunicazione visiva, tramite immagini, animazioni e video. Il contenuto video soprattutto pare sarà una delle chiavi per emergere dalla massa di contenuti che ormai stanno saturando gran parte dei canali media a disposizione.
Siamo in un mondo che corre, in continua evoluzione, la nuova sfida sarà quella di catturare l’attenzione.

Cover powered by Bake Agency


Giuliano Ambrosio ha, oggi, più di 7 anni d’esperienza in strategie digitali. Dal 2016 è Creative Strategist in esclusiva per AQuest, Digital Creative Agency di Verona e Londra. Co-Organizer Mashable SMDAYIT 2016, Mentor TEDxTorino e Docente di NinjAcademy e TAG Innovation School. Il suo lavoro come consulente consiste nella ricerca e applicazione di concept creativi, attività, meccaniche e soluzioni in campo Digital e Social Media seguendo un approccio strategico. Lo scopo è quello di ottenere gli obiettivi stabiliti, utilizzando e studiando insights, tecnologie e canali media a disposizione adeguati alla comunicazione di un’azienda.

Chiara Ciolfi

Chiara Ciolfi

Se la curiosità è femmina allora io sono “femminissima” perché questa è sempre stata la molla che mi ha spinto a chiedere, studiare, parlare con persone diversissime tra loro e mettere il naso in tanti campi differenti. Dopo una laurea in Storia dell’Arte e un Master in Comunicazione non dà segni di diminuire e allora le collaborazioni editoriali si moltiplicano per poter raccontare l’arte, la cultura, il cinema, le persone e le idee. In attesa che le giornate si allunghino a 48 ore lavoro con associazioni culturali come guida e promuovo workshop e progetti per la didattica dei beni culturali, continuando allo stesso tempo a occuparmi di eventi. Se il premio è un bel concerto o un’anteprima cinematografica, come tirarsi indietro?
Chiara Ciolfi

Comments are closed.