Valentina Falcinelli fondatrice di Pennamontata

PLAY COPY.
Valentina Falcinelli e le ragazze di Pennamontata

Just Baked è sponsor di Play Copy, il workshop/convegno di Pennamontata che si terrà a Roma, sabato 4 febbraio.
Valentina Falcinelli ci racconta come e perché…

Come nasce Pennamontata?

«Pennamontata nasce dalla mia passione per la scrittura e per la creatività. Tutto parte come sfida, perché ho iniziato a muovere i primi passi in questo mondo da sola e il rischio di cadere e farmi male era altissimo. Ho aperto la partita iva nel 2009, dopo delle esperienze come correttrice di bozze e copywriter d’agenzia. Ho trasformato l’identità del brand – acquisendo l’immagine più strutturata di agenzia – solo un paio di anni fa. Avevo voglia di intraprendere una nuova sfida e sono felice di averlo fatto».

Valentina Falcinelli e le ragazze del team di Pennamontata

Quali sono i colori di Pennamontata?

«Nel team lavorano – al momento – tutte donne. Per cui come colore unico, e non solo predominante, c’è il magenta. Ognuna delle ragazze ha una sua peculiarità e i loro talenti si compensano e compenetrano con grande naturalezza.

Francesca è stata il primo acquisto di Pennamontata. Lei è la mia spalla destra per quello che riguarda la scrittura di contenuti. Il suo forte? Senza dubbio i testi più lunghi e strutturati. È molto, molto brava anche nello studio dei PED (piani editoriali) di Facebook. Quello di Pennamontata, per esempio, è opera sua. Ah, dimenticavo: Francesca mi affianca anche nella formazione.

Anna è il mio braccio destro operativo e, spesso, pure quello sinistro. È la client director di Pennamontata: si interfaccia con i clienti, propone offerte commerciali, si occupa dell’organizzazione di eventi (corsi e convegni) ed è il ponte tra il team e lo staff. È una formichina laboriosa, la persona più precisa e responsabile che io conosca. Lavorare con lei ti fa venir voglia di migliorare: è un grande esempio.

Stefania viene dal giornalismo. E si vede. La sua propensione alla ricerca la porta a essere scrupolosa, attenta, dettagliata. Stefania non è mai superficiale in quello che scrive: per questo i clienti di cui segue la strategia di content marketing la adorano. Un’altra caratteristica che la rende speciale è la voglia di mettersi alla prova e sperimentare: non ha paura di allargare la sua zona di comfort e io credo che questa sia una grande dote.

Giulia ha studiato storia dell’arte ed è la penna più poetica di Pennamontata. Riesce a riversare colore in ogni testo e ha sviluppato una sensibilità notevole. È la responsabile di Pop Copy, la newsletter di Pennamontata, e ogni venerdì mattina è pronta a premere il tasto invia. D’altronde gli iscritti a Pop Copy ci hanno dimostrato grande attaccamento ai contenuti che inviamo loro: il tasso di apertura che supera – e di molto anche – il 40% ce lo dimostra. Tutto merito di Giulia.

Aurora è la nostra art director. È impressionante la sua versatilità: passa dal realizzare mockup per siti web a progettare loghi, brochure, biglietti da visita, grafiche per i social… E le illustrazioni? È bravissima persino con il disegno a mano libera! Io, che negli anni ho maturato una spiccata sensibilità al gusto estetico, so di aver inserito nel team magenta la giusta professionista.

Sono davvero fortunata ad avere una squadra come questa. Lo so. E so che lo state pensando anche voi».

Quali servizi offre Pennamontata?

«Quello che facciamo è far crescere le aziende grazie ai contenuti. Nel tempo abbiamo sviluppato tre filoni operativi che siamo pronte a comunicare al meglio quest’anno: Content Mentorship, Content Academy, Content Production.

Content Mentorship è un programma di affiancamento strategico e operativo. Dura 365 giorni e permette alle aziende di formare fino a 3 persone del proprio team per la scrittura di contenuti. Noi ci occupiamo di far crescere le risorse, monitorare il loro lavoro, misurare i risultati, aggiustare il tiro. E le aziende diventano autonome.

Content Academy è il filone che riguarda la formazione, sempre focalizzata sulla creazione di contenuti. Eroghiamo corsi online (via Skype, personalizzati in base alle richieste del cliente) e in aula (come Copy42, corso lungo in content marketing) e organizziamo anche eventi (come serate gratuite e convegni).

Content Production è la branca della creazione di contenuti testuali (guide, ebook, blog post, testi per cataloghi, brochure, siti, social) e visivi. È pensata per la aziende che vogliono esternalizzare, ma che cercano un partner che non le tratti come dei semplici numeri».

Valentina Falcinelli ideatrice di Pennamontata

Tre consigli per i nostri lettori…

«1) Non sottovalutare l’importanza dei testi. Non affidate la scrittura dei vostri contenuti a persone che non hanno una struttura forte, una formazione sufficiente. Potreste farvi male.
2) Non svilite la vostra personalità. Spesso, chi scrive testi pensa che sia sufficiente mettere in fila qualche parola. In realtà i copywriter dovrebbero essere in grado di rompere le fila dell’ordinarietà. I testi dovrebbero trasudare personalità e anima, non solo correttezza formale.

3) Emulare. Emulare non vuol dire copiare: emulare significa riflettere sull’efficacia di determinate scelte. Vuol dire mantenersi ricettivi verso l’esterno. Lasciarsi ispirare e dar nuova linfa alla propria creatività. Il confine tra l’emulazione e il plagio? Chi si chiede se ci sia, ha già messo un passo nel campo sbagliato, perché l’emulazione dista anni luce dal plagio».

Just Baked è sponsor di Play Copy (Pennamontata)

Ci raccontate il vostro prossimo evento in programma?

«Si tratta di Play Copy. Play Copy è un convegno/workshop dedicato alla scrittura aziendale. Si terrà a Roma, all’interno del Talent Garden Cinecittà, il 4 febbraio, ma sarà possibile seguirlo anche via streaming. 

Ho parlato di convegno/workshop perché quello che distingue Play Copy da altri convegni è l’aspetto pratico: 4 degli 11 interventi prevedono lo svolgimento di una esercitazione. Tutti saranno improntati sul format how to, per offrire ai partecipanti consigli e strumenti da utilizzare subito.

 Come tutti gli eventi che organizziamo, abbiamo puntato su due cose: qualità e atmosfera. La qualità passa, inutile dirlo, dalla scelta dei relatori. Abbiamo rappresentanti di aziende importanti come LAV e BPER Banca, e portavoce di realtà conosciute e amatissime, come Lercio. E poi liberi professionisti che da anni lavorano nel mondo della comunicazione, con attenzione particolare verso i contenuti. Sono davvero orgogliosa della rosa di relatori di Play Copy: so che faranno la differenza. Parlando invece di atmosfera, a partire dalla scelta della location fino alla creazione di momento di interazione tra i partecipanti, mi auguro con tutto il cuore che la giornata del 4 febbraio si faccia ricordare.

Chi non si fosse ancora iscritto, può farlo ancora. Vi basterà andare su Play Copy, dove troverete anche il programma completo e altre informazioni utili.
 Vi aspettiamo!»

Miriam Bendìa

Miriam Bendìa

Social Media & Content manager di Just Baked. Tra un viaggio e l’altro, vive a Roma.
Ha scritto un pugno di libri.
Come Philippe Daverio, sostiene che la vita con l'arte talvolta migliora l'arte della vita.
Sogna molto, la notte. E ha imparato, al risveglio, a fidarsi delle proprie visioni oniriche.
Da grande – dice – sogna di fare la scrittrice.
Miriam Bendìa

Latest posts by Miriam Bendìa (see all)

Comments are closed.